Palumbella

 

Palumbella, Palumbella, emigrata a Milano,
io ti tendo la mia mano;
vola e torna al paesello del tuo cuor.

Palumbella, Palumbella, che sei nata qui sul monte,
che ci fai lassù in Piemonte;
vola e torna fra la gente del tuo cuor.

Palumbella, Palumbella, che sei nata nella ” Gorna”
che ci fai lassù tu a Berna;
vola e torna al paesello del tuo cuor.

Palumbella, Palumbella, che ci fai lassù con quelli,
tu sei nata qui a Savelli;
vola e torna fra la gente del tuo cuor.

Palumbella, Palumbella, emigrata in Argentina,
sei partita una mattina;
mi hai abbracciato e mi hai lasciato nel dolor.

Palumbella, Palumbella, io ti copro di gioielli,
se tu torni qui a Savelli;
Palumbella, Palumbella del mio cuor.

…se tu torni qui a Savelli;
Palumbella, Palumbella del mio cuor.

tratte da : G.Gentile, Il libro che canta, S. Croce sull’Arno (Pisa), Industria Grafica I.L.C.A., 1993.